Campi in spalla

SUGGERIMENTI APPLICATIVI PER L’ATTUAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE CONTRO IL COVID-19 AI CAMPI CON PERNOTTO


Con questo documento vogliamo suggerire alcune soluzioni per l’applicazione delle nuove disposizioni normative previste dal DPCM del 2 marzo 2021 – allegato 8 e del nuovo documento “Zaini in spalla” (aggiornato al 21 maggio 2021).
Ci teniamo a specificare che quelli che seguono NON SONO OBBLIGHI, sono solo suggerimenti pratici relativamente alle modalità di pernotto e di organizzazione della cambusa. Pertanto, ogni Comunità Capi potrà decidere autonomamente altri adattamenti che meglio rispondono alle esigenze delle proprie unità, sempre nel rispetto delle norme suddette.
Per tutti gli altri aspetti delle attività in tempo di COVID, pensiamo che siano già ben precisati dal documento “Zaini in spalla”, quindi non saranno riportati qui.


» CRITERIO GENERALE
Anche ai campi, misurare la temperatura almeno una volta al giorno (tenendo un registro giornaliero così come si fa normalmente per le riunioni); mantenere la massima aerazione possibile all’interno degli ambienti. Assicurarsi che tutti indossino correttamente le mascherine – che vanno periodicamente sostituite – e disinfettino spesso le mani.
I bagni vanno puliti e disinfettati con prodotti appositi almeno una volta al giorno.

» CAMPI CON PERNOTTO IN ACCANTONAMENTO
Verificare che la struttura abbia o meno un protocollo per la prevenzione del Covid-19.
Se ce l’ha, siamo tenuti a seguirlo attentamente.
In caso di strutture prive di protocolli, valutare la struttura preventivamente e assicurarsi che gli ambienti siano sufficientemente grandi per il numero dei ragazzi che parteciperanno al campo.
Privilegiare pasti ed attività all’aperto, o in locali spaziosi ben aerati.
Verificare che per la notte vi sia la distanza di 1 metro tra i letti, con eventuale inversione alternata delle testate degli stessi.
Se possibile, lasciare socchiuse le finestre e aperte le porte.
Assicurare la distanza di almeno un 1 metro anche durante l’igiene personale dei ragazzi, evitando di causare assembramenti dentro o davanti ai bagni.
Per quanto riguarda i pasti suggeriamo che la cambusa si occupi di porzionare i pasti direttamente nei piatti prima di servirli e di lavare tutto il materiale utilizzato con acqua calda e sapone. Suggeriamo anche di evitare cestini del pane comuni.
È preferibile mangiare all’aperto, se possibile.
A tavola assicurare un adeguato distanziamento (un metro tra bocca e bocca dei ragazzi), eventualmente prevedendo dei turni.

» CAMPI CON PERNOTTO IN TENDA
Per il pernotto in tenda ai campi EG, valutare la possibilità di tenere parzialmente aperte le cerniere delle tende per favorire l’aerazione. Per la disposizione interna, riteniamo utile lo schema seguente:

Pasti: se la cambusa cucina per tutti, si possono utilizzare piatti, posate e bicchieri monouso, con porzionamento del cibo, per evitare l’uso promiscuo di utensili e stoviglie. In alternativa, ogni ragazzo deve andare con la propria gavetta personale a farsi servire dalla cambusa; quindi fa la fila per il primo, poi la fila per il secondo, ecc.
Lavare le pentole della cambusa con acqua calda e sapone.
Si mangia distanziati di almeno 1 metro l’uno dall’altro (da bocca a bocca).
Se si cucina di squadriglia, il tavolo dovrebbe consentire almeno 1 metro di distanza tra i ragazzi; va evitato che i ragazzi si affollino intorno a fornelli e jamboree (sarebbe opportuno che un capo sia presente nell’angolo di Sq. durante la cucina e il pasto per verificare il rispetto delle regole); evitare di utilizzare lo stesso mestolo, ad esempio, in più persone.
Se si utilizzano posate e stoviglie personali, non si devono assolutamente mescolare, ma ciascuno può lavare le proprie anche solo con sapone e acqua fredda. Se c’è, si può anche riutilizzare l’acqua di cottura della pasta, ancora calda, suddividendola tra i vari squadriglieri, cioè non lavando tutte le gavette nello stesso pentolone.
Anche qui, le postazioni di lavaggio (sia per le stoviglie che per l’igiene personale) dovrebbero consentire almeno 1 metro di distanza tra ogni ragazzo.

» CAMPI/ROUTE RS
Riteniamo siano da preferire le tendine singole, così come cucinare singolarmente.

» MODULISTICA
Oltre ai moduli che ormai utilizziamo da mesi nelle nostre attività, è opportuno che ogni gruppo faccia un protocollo che descriva le modalità di applicazione delle indicazioni per la prevenzione del COVID-19, durante le VdB-Campi-Route, da condividere con le famiglie e, se ritenete opportuno, far firmare ai genitori (dei minorenni).

» ULTERIORI POSSIBILI ACCORTEZZE
Può essere consigliabile che i partecipanti al campo (che non hanno il green pass) facciano un tampone non oltre 48 h prima della partenza per il campo; eventualmente altro tampone dopo tre giorni di campo.
L’AGESCI MARCHE sta definendo una convenzione con FederFarma per poter avere i tamponi, nelle farmacie che aderiranno, ad un costo ridotto.

Il Comitato regionale allargato
e il Pattuglino regionale per le attività in tempi di COVID


No Replies to "Campi in spalla"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.

    16 + quattordici =

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    I commenti sono moderati.
    La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
    La moderazione non è immediata.